Quali sono le detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie di cui è possibile fruire al momento?

Attualmente, le detrazioni per ristrutturazioni edilizie di cui possiamo fruire non sono poche. Nello specifico, abbiamo a disposizione tre possibilità. La prima si concretizza nell’agevolazione fiscale disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86, in vigore per gli interventi di ristrutturazione eseguiti dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2020.

Si tratta di una detrazione Irpef pari al 36% delle spese sostenute, per un importo massimo di 48.000 euro per ogni singola unità immobiliare. La detrazione può salire fino al 50%, con un tetto di spesa di 96.000 euro.

Per ottenere l’agevolazione sarà necessario seguire le indicazioni predisposte dall’Agenzia delle Entrate.

Successivamente, la detrazione fiscale verrà suddivisa in dieci quote di pari importo, che il richiedente riceverà puntualmente anno dopo anno. Questa è una delle principali detrazioni per ristrutturazioni sulle quali è possibile contare al momento.

Un’agevolazione similare spetta anche a coloro che decidono di eseguire interventi di demolizione e restauro e risanamento conservativo. Le percentuali possono variare in base all’entità dei lavori svolti.

Le altre opportunità da considerare e le novità apportate dal Decreto Rilancio

Oltre alla suddetta agevolazione fiscale, al momento ci sono altre due soluzioni da valutare in caso si voglia ristrutturare il proprio immobile: l’Ecobonus e il Sismabonus.

Grazie al Decreto Rilancio, queste detrazioni per ristrutturazioni edilizie salgono al 110%. Questi bonus spettano a coloro che effettueranno dei lavori tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Possono richiederlo i proprietari dell’immobile sottoposto alla ristrutturazione, ma anche gli affittuari, residenti e non.

È importante sottolineare che le agevolazioni in oggetto si rivolgono in particolare alle ristrutturazioni o agli interventi di notevole entità. Questi lavori dovranno necessariamente comportare l’efficientamento energetico e/o una riduzione del rischio sismico dell’edificio.

Questi bonus si riferiscono ai lavori eseguiti sulla prima casa e prevedono la restituzione completa dell’importo speso in cinque rate di pari importo. Per il richiedente è prevista inoltre un’ulteriore somma, pari appunto al restante 10%.

Chiaramente, trattandosi di una delle più corpose detrazioni per ristrutturazioni edilizie, i limiti da considerare non sono pochi. Perciò, se si desidera ottenere questo super-incentivo, sarà necessario affidarsi ai professionisti del settore edile.

Queste figure professionali possono aiutare i clienti a capire come orientarsi e come muoversi per fruire dell’agevolazione.

detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie

Detrazioni per ristrutturazioni edilizie? Le risposte che ti servono te le diamo noi

Arietti è un’impresa edile che opera a Milano, Monza e Brianza, specializzata nella posa di autobloccanti per pavimenti esterni e da giardino. A guidarla ci siamo noi, un gruppo di professionisti qualificati e competenti.

Ci piace ascoltare le esigenze dei nostri clienti e poi trasformarle in realtà. Ci piace anche indirizzarli verso le soluzioni migliori e meno dispendiose. Pertanto, ci teniamo aggiornati sulle norme in vigore, sulle novità provenienti dal mondo del design e su quelle riguardanti le detrazioni fiscali inerenti al nostro settore.

In questo modo, possiamo garantire lavori ad hoc, ma anche consulenze personalizzate. Se vuoi saperne di più sulle nostre realizzazioni, non esitare a contattarci. Ti daremo risposte e suggerimenti, sulle detrazioni per ristrutturazioni edilizie attualmente disponibili e non solo.